Tramonto dal Manhattan Bridge

Ciao a tutti!

Oggi voglio raccontarvi una “avventura” di qualche mese fa, che essere utile a chi pianifica di visitare New York e che vogliono fare qualcosa di un pochino meno turistico e commerciale, ma comunque molto emozionante. Come spesso capita quando si viene a New York ci sono delle tappe obbligate: salire sull’Empire State Building, salire su Freedom Tower, visitare la Statua della Libertá, attraversare a piedi o in bici il ponte di Brooklyn… Beh sicuramente sono tutte mete da visitare assolutamente, ma a mio avviso ci sono dei piccolissimi trucchetti che possono rendere il vostro soggiorno a New York davvero unico e permettervi di godere a pieno delle bellezze della cittá. Il primo che mi vieni in mente é assolutamente quello di salire sul Top of the Rock (l’Observation deck del Rockefeller Center). Perché? Semplicissimo: la vista dall’Empire State Building rimane una della mie pereferite in assoluto, ma la vista dal Tpo of the Rock comprende l’Empire State Building e, se fatta di notte, é semplicemente mozzafiato. La prima volta che sono stata a New York mi ricordo un consiglio che mi dette un amico che viveva qua: Per avere la piú bella vista possibile dell’Empire State Building devi guardarlo dal Top Of the Rock. E per questo decisi di fare ben 2 salite: una diurna sull’Empire State Building ed una notturna sul Top of the Rock. Beh credo sia stata una delle migliori decisioni che postessi perndere per quel viaggio!

Queste alcune delle foto. Considerate che la New York delle foto é un tantino diversa da come é adesso, sono foto del 2011 ed anche Freedom Tower, che oggi svetta a sud in quanto é il grattacielo piú alto di Manhattan, era ancora in costruzione e quindi non visibile.

Foto della vista dal 102simo piano del’Empire State Building


View from Empire State Building 5

View from Empire State Building 4

E qualche scatto della stessa epoca, ma in versione notturna dall’Observation Deck del Top of the Rock.

Il secondo consiglio riguarda il Brooklyn Bridge: camminateci, attraversatelo assolutamente, ma fateBrooklyn bridge anche una bella passeggiata sul Manhattan Bridge (ad est rispetto al Brooklyn Bridge) perché da li avrete la miglior vista possibile del Brooklyn Bridge. Questa “scoperta” personale é nata per caso dall’unione di 3 delle mie passioni: per le foto, per i ponti di New York e per i tramonti. Un mix perfetto a mio avviso! Premetto che ho passeggiato diverse volte sul Brooklyn Bridge ed é sicuramente bellissimo…. tuttavia mi é sempre rimasta la curiositá di poter fare una bella foto del ponte magari con un bel tramonto di sfondo. Studiando un pochino la mappa della cittá ho trovato il punto, secondo me migliore, dove poter catturare un bel tramonto dietro alle campate del Ponte di Brooklyn: il Manhattan Bridge!

Manhattan Bridge

Questo ponte, a mio avviso molto bello, è un ponte sospeso che attraversa l’East River,  collegando Lower Manhattan da Canal Street con Brooklyn alla Flatbush Avenue. Dei 3 ponti a sud est é il piú “giovane” ed é stato costruito dopo il Brooklyn Bridge ed il Williamsburg Bride ed ulitimato nel 1912 (se vi interessa una avventura in Ferry dell’east river passando sotto questi 3 ponti vi suggerisco di dare uno sguardo a A spasso per New York: East River). Con i suoi 2 Km di lunghezza é leggermente piú lungo del ponte di Brooklyn (che misura 1.8 Km) e la sua architettura é decisamente diversa rispetto a quella del piú noto ponte  essendo realizzato in prevalenza in acciaio.

Il percorso piú frequente per una passeggiata sul Manhattan Bridge, in genere é quello da Manhattan a Brooklyn e prevede di entrare da China Town attraverso un magnifico arco trionfale e un colonnato, e scendere a DUMBO (che è l’acronimo di Down Under the Manhattan Bridge cioé sotto al Ponte di Manhattan). Io ho fatto il contrario!Io ho deciso di attraversare il ponte da Brooklyn verso Manhattan in modo da potermi poi godere anche la Skyline di Manhattan e China Town illuminata dopo il tramonto.

Salendo sul ponte la prima cosa che si nota é che non é molto turistico, e quindi é molto meno affollato ma anche molto meno curato rispetto al Brooklyn Bridge. Al primo impatto, devo dire che non sono stata molto entusiasta, due le cose che principalmente mi hanno lasciata interdetta: la metropolitana con il suo rumore assordante che passa ogni 5 minuti accanto al camminamento pedonale e le reti. A differenza del Brooklyn Bridge infatti, i lati del Manhattan bridge hanno le reti piuttosto alte. Per fortuna non mi sono lasciata scoraggiare ed ho continuato la mia camminata. Il risultato é stato decisamente mozzafiato, e sono contenta di non essermi fatta scoraggiare ed ho continuato per la mia strada! In molti punti del ponte ci sono dei buchi nelle reti piuttosto grandi che permettono di fare delle bellissime foto. In effetti, quello che ho pensato data la dimensione dei buchi e soprattutto dato il loro posizionamento strategico nei punti migliori per fare le foto, é che siano stati i vari amanti delle foto che hanno praticato questi buchi!

La vista che si gode dal ponte é semplicemente meravigliosa, e quel giorno (se non erro era lo scorso inverno) ho avuto la fortuna di poter godere di un tramonto davvero bellissimo. Il tutto é stato reso magico dal gioco di ombre sul ponte di Brooklyn e sull acqua, e dalla presenza della Statua della Libertá sullo sfondo che, con la sua silhouette inconfondibile, ha dato quel qualcosa in piú alle foto.

Penso che le parole non rendono abbastanza l’idea quindi ecco qui un piccolo video della mia prima volta sul Manhattan Bridge.

Ho assolutamente intenzione di fare la stessa passeggiata adesso, in estate, per vedere come le immagini cambiano da una stagione all’altra.

Qualche informazione di servizio:

L’entrata pedonale del ponte a China Town é facilmente raggiungibile in Metropolitana dalle linee 6 J Z Subway map Lower Manhattan e Brooklyn DUMBOe anche R (un pochino piú distante).

Il lato a Brooklyn in Flatbush avenue é collegato con le linee 2 3 4 5 A C F R.

Il mio consiglio, personale é quello di affiancare questa visita ad un tour di China Town e Little Italy (anche se di italiano a Little Italy é rimasta solo Mulberry Street, tutto il resto é stato assorbito da China Town) in modo da efficentare gli spostamenti e non perdere tempo. Programmare una vacanza a New York significa anche programmare gli spostamenti e conoscere in anticipo quello che si vuole assolutamente visitare. La cittá é bellissima in ogni sua parte, ma il mio consiglio rimane quello di organizzare anche logisticamente i posti da visitare e gli spostamenti in modo efficiente, perché il tempo vola e c’é cosí tanto da vedere!

Spero che questi piccolo suggerimenti possano essere utile i coloro che pianifican o una vacanza a New York. Spero anche di aver fatto conoscere un pezzettino meno famoso della Grande Mela a chi non c’é mai stato, a chi vuole andarci, a coloro che ci sono stati giá e a quelli che ci vivono da poco e non conoscono ancora tutti gli angoli di questa cittá stupenda ed in continuo cambimento!

Fatemi sapere che ne pensate e se anche voi avete qualche suggerimento o qualche posto che vorreste conoscere di New York! Aspetto i Vostri commenti!

Stay Tuned per tante altre avventure e non solo!

Tricks in questo post:
1. Qualche suggerimento per una visita Unica di Manhattan;
2. Top of the Rock per avere la miglior vista possibile dell'Empire State Building;
3. Manhattan Bridge per godere di un lato nascosto del Brooklyn Bridge
4. Qualche regola per organizzare un viaggio a New York.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *