Un giorno al Giardino Botanico di Brooklyn

Ciao a tutti!

Qualche mese fa avevamo bisogno di una giornata di svago dal caos di Manhattan, quindi con mio marito abbiamo deciso di visitare un giardino botanico. Tra le opzioni disponibili (Brooklyn Botanical Garden e Bronx Botanical Garden) abbiamo optato per il giardino Botanico di Brooklyn in modo da poter prolungare la visita al vicino zoo e a Prospect park e organizzare anche una cenetta a Brooklyn.

Quindi oggi vi parlo della mia esperienza al Brooklyn Botanical Garden in modo da condividere con voi anche questo pezzeto di New York City!

Un po’ di storia

Il giardino è stato fondato oltre un secolo, nel 1897, quando la cittá di New York decise di riservare 39 acri (circa 158.000 mq) alla realizzazione di un giardino botanico. L’inaugurazione del Brooklyn Botanical Garden è avvenuta nel 1911.

Nel 1928 viene costruito il Giardino delle Rose  che accoglie centinaia di varietà del magnifico fiore. Una piccola curiosità: molte delle piante di rose piantate originariamente nel 1928 sono ancora presenti e vive nel giardino.

cherry-blossom-at-japanese-gardenIl meraviglioso giardino giapponese compie 101 anni. Al momento della sua costruzione nel 1915, è stato uno dei primi giardini giapponesi degli Stati Uniti.

Nel 1941 un’altra grande attrattiva prende vita: il cherry esplanade  una passeggiata circondata cherry-blossom-esplanadedi alberi di ciliegio che in Aprile, a momento della fioritura, regala emozioni fantastiche.

Nel 1947 nasce il padiglione dedicato ai Bonsai e viene nominato il primo curatore (il sig. Frank Okamra).

Questi sono solo alcuni fatti e curiosità che hanno fatto si che il giardino diventasse quello che è oggi, anche se la sua trasformazione è continua e non conosce sosta. Infatti, oltre ad aver aumentato la sua dimensione originaria, (oggi è 52 acri cioè circa 210.000 mq) i lavori per la creazione di nuovi padiglioni sono sempre in corso (come si vede dalla mappa è ad oggi in corso il completamento del padiglione destinato a  Plants Family Collection (area n. 5 nella mappa).gardenmap

Informazioni di servizio

Il giardino botanico di Brooklyn si trova nella parte Nord di Prospect Park a Brooklyn. Le 3 entrate sono situate: al 150 di Eastern Parkway, 455 Flatbush Avenue e al 990 Washington Avenue.

Per arrivare al Brooklyn Botanical Garden la via piú veloce (al solito) è la metropolitana. Con le linee 2 e 3 (linea rossa) si raggiunge l’entrata a Eatern Parkway, con le B Q S (rispettivamente Arancio Giallo e Grigia) si arriva in prossimità dell’entrata a Flatbush Avenue ed infine con le linee 4 e 5 (linea Verde) si raggiunge comodamente l’entrata a Washington Avenue.

Per qualsiasi altra info su Bus e parcheggi vi consiglio di visionare il sito del giardino Botanico nella sezione directions.

L’orario di apertura del Brooklyn Botanical Garden varia a seconda del periodo dell’anno e può subire ulteriori variazioni in caso di eventi privati (vi suggerisco di controllare il sito del giardino botanico nella sezione hours & admission).

In genarle l’orario nei mesi da Marzo a Ottobre  è

  • Dal Martedì al Venerdì dalle 8 alle 18.00
  • Sabato e Domenica dalle 10.00 alle 18.00

Da Novembre a Febbraio l’orario di aperture genarle è:

  • Dal Martedì al Venerdì dalle 8 alle 16.30
  • Sabato e Domenica dalle 10.00 alle 16.30

Il prezzo del biglietto standard è di $ 12.00 (per agevolazioni e sconti per bambini, anziani e studenti, per visitate il sito del giardino botanico nella sezione Hours & Admission).

Cosa fare dopo il Giardino Botanico: il giardino si trova all’interno di Prospect park, un parco davvero enorme nel cuore di Brooklyn tutto da scoprire. Sempre all’ interno del parco, è possibile visitare lo Zoo di Brooklyn, ed infine il Brooklyn Museum.

Cosa mi ha fatto davvero fare WOW

Personalmente le aree che mi hanno letteralmente lasciato a bocca aperta sono state:

  • Il Giardino Giapponese;
  • Il Giardino delle Rose;
  • La Magnolia Plaza (anche se le magnolie non erano in fiore nel periodo della mia visita);
  • La casa delle piante acquatiche e della collezione delle Orchidee;
  • I 3 padiglioni dedicati alle 3 diverse zone climatiche: deserto, Zona tropicale e zona temperata;
  • Il museo dei Bonsai.

Di seguito un piccolo video con alcune delle foto scattate durante la mia visita. Sono stata al Brooklyn Botanical garden a maggio, quindi, se da un lato non ho potuto vedere lo spettacolo del Cherry Blossom, dall’altro ho potuto godere  pienamente il giardino delle rose, che in maggio regala il meglio di se.

Essendo arrivati molto presto, dopo aver visitato il giardino abbiamo deciso di visitare anche il vicino zoo, anche se devo dire che sono rimasta un pochino delusa. Il Brooklyn Zoo è decisamente pensato a misura di bambino, sia negli spazi che nelle varietà di animali ospitati, insomma nulla a che vedere con lo Zoo del Bronx (qui il link al post sulla mia visita al Bronx Zoo). Per completare la nostra giornata abbiamo fatto una bella passeggiata nello storico quartiere di Brooklyn e mangiato un ottimo hamburger a Shake Shack (link al post dove vi parlo di questo famoso ristorante).

Spero che vi sia piaciuto la visita virtuale di un’altra parte di New York, e spero anche che possa essere utile alla vostra pianificazione della prossima vacanza qua!

A presto con nuove avventure!

Stay Tuned!

Tricks in questo post:
1. Una visita al Brooklyn Botanical Garden;
2. Storia e curiosità del giardino botanico di Brooklyn;
3. Informazioni di servizio;
4. Cosa fare dopo la visita la giardino Botanico di Brooklyn
5. La mia esperienza: High lights

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *