Un Sabato al BioParco di Roma

Ciao a tutti!

Qualche settimana fa, approfittando della prima caldissima e bellissima giornata di primavera con mio marito abbiamo deciso di “staccare la spina” dal caos cittadino ed immergerci in un po di natura. Cosí, dopo una passeggiata nella pace di giardini di Villa Borghese, abbiamo deciso di tornare bambini e e fare una visita al Bioaparco.

La prima sensazione che ho provato al entrando é stato una piacevole sorpresa, in effetti il parco visto dall’interno é molto meglio di come puó sembrare da fuori e soprattutto é molto piú grande di quanto mi aspettassi.

Ammetto di essere stata molto curiosa ed impaziente di visitare il Bioparco. Infatti navigando nel sito web del parco avevo giá notato che la lista di animali era davvero numerosa e variegata nelle specie. Devo ammettere che, anche se alcuni animali, come i leopard, sono a mio avviso un po’ sacrificati, nel complesso gli spazi sono adeguati specie se si considera che é un bioparco nel centro di una grande cittá. Giusto per fare un piccolo paragone, credo che il Bronx Zoo sia migliore del Bioparco di Roma, soprattutto in termini di spazio e libertá per gli animali, mentre trovo che il Bioparco sia molto migliore del celeberrimo Zoo di Central Park in termini di spazio per gli animali e anche di varietá di specie ospitate.

Qualora visitaste il Bioparco in questi giorni, vi consiglio di investire 2 Euro aggiuntivi al costo del biglietto e di partecipare alla mostra interattiva sulla cacca. Si proprio sulla cacca! Io ho trovato l’esibizione divertente ed istruttiva ed ha svelato tante curiositá ed aneddoti su questo scomodo argomento, nonché ribadito la sua utilitá per noi, gli animali e per l’intero pianeta. Ci siamo davvero divertiti a testare le nostre doti di “riconoscitori di cacca” con il gioco indovina chi l’ha fatta e ci siamo fatti delle grasse risate con gli altri giochi ed indovinelli presenti alla mostra.

Un altro padiglione estremamente interessante é il MACRI (Museo Ambiente e Crimine) dove é possibile vedere quanti crimini sono stati commessi e sono a tutt’oggi commessi contro la natura e gli animali generando effetti a dir poco devastanti.

Dal bracconaggio , al traffico di pelli, all’industria della moda, al traffico di ossa, zanne,avorio e parti di animali all’uso di ingredienti di origine animale (come ossa di tigre e bile di orso) gli abomini commessi sono tanti, troppi e credo che vederli e toccarli con mano serva a sensibilizzare tutti, specialmente le nuove generazioni.

Per quanto riguarda la visita in senso stretto, é sempre emozionante trovarsi a tu per tu con i grandi felini o vedere da vicino un elefante o un branco di lupo durante il loro riposo diurno. Allo stesso modo ogni volta rimango rapita dai comportamenti dei primati, in alcuni casi tanto simili ai nostri e mi perdo nei loro occhi e sguardi tanto espressivi che sembrano parlarci. Ma non voglio tediarvi con un fiume di parole, per cui vi lascio un piccolo video con gli Highlights della mia visita.

Informazioni di servizio

Il Bioparco di Roma si trova in Viale del Giardino Zoologico, 1 accanto a Villa borghese nel quartiere Parioli. Raggiungere il Bioparco é semplicissimo usando i mezzi pubblici e in particolare i tram nr 3 e 19 fino alla fermata Bioparco ( anche le fermate  Rossini o Aldovardi sono a pochissimi passi dal giardino zoologico).

Orari:

Dal 30 Ottobre al 24 Marzo: tutti i giorni dalle 9.30 alle 17.00

Dal 25 Marzo al 29 Ottobre: dal lunedí al venerdi dalle 9.30 alle 18.00 ed il sabato, la domenica ed i festivi dalle 9.30 alle 19.00.

L’ultimo ingresso é possibile 1 ora prima dell’orario di chiusura.

Prezzi:

Il biglietto per adulti costa 16,00 Euro, per i ragazzi e over 65 anni il prezzo é 13,00 Euro per i bambini sl di sotto del metro di altezza e dei 10 anni di etá l’ingress é gratuito.

Mostra: “la cacca: storia naturale dell’innominabile” il biglietto costa 2,00 Euro

Infine il Bioparco Express, il trenino per la visita del parco, costa 1,50 Euro.

Il sabato, la domenica ed i festivi sono previste delle esibizioni speciali ossia, ad orari prestabiliti é possibile assistere al pasto di alcuni animali, come l’ippopotamo, le foche, gli orsi, gli elefanti o gli animali della fattoria. Oltre a queste ci sono tantissime iniziative pensate appositamente per i bambini e ragazzi, perció vi consiglio di dare un’occhiata al sito del Bioparco e trovare quella piú adatta a voi!

Un’altra cosa da notare e che non é assolutamente scontata é la semplicitá con cui é possibile girare per il bioparco e vedere tutti gli animali facendo un percorso abbastanza lineare ed ordinato. Cosí come ho molto apprezzato le tantissime aree relax, aree pic nic e aree gioco attrezzate. Cosí come sono numerosi i bar, ristoranti e punti ristoro.

Questo il mio sabato da bambina al Bioparco di Roma! Il mio voto é assolutamente positivo anche se qualche miglioramento é ancora possibile per rendere ancora piú magico questo posto.

Per altri scorci inconsueti della cittá eterna

Stay Tuned!
Tricks in questo post:
1. Una visita al Bioparco di Roma: una piacevole sorpresa.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *