Andiamo dal fioraio: floral design

Ciao a tutti!

La scelta dell’allestimento floreale, per un matrimonio o per un altro evento, é tra le piú importanti e su di essa influisce non solo la stagione, ma anche lo stile dell’evento e la geometria che gli si vuole dare..

Certo basta avere ben chiara l’idea e rivolgersi ad un professionista (un floral designer), ma se volete shabby chicprovare a fare da soli, se volete andare ben preparati all’appuntamento con il fioraio o semplicemente il mondo dei fiori vi affascina, questo post fará al caso vostro!

Vediamo qualche consiglio utile e cosa c’é da sapere quando si parla di allestimenti floreali

  • Categorie

Esistono 3 categorie di fiori determinate in base alla grandezza, al numero di petali, alla lunghezza dello stelo ed allo stato generale di “salute” del fiore. Le categorie sono: Extra – Prima – Seconda scelta é la categoria che determina il prezzo del fiore.

  • Quando comprare i fiori

Indicatori per valutare la freschezza del fiore:

  1. Il gambo: deve essere rigido e bagnato nella parte inferiore NON nero e NON maleodorante;
  2. Le foglie: NON devono essere flaccide;
  3. I petali: devono essere eretti e senza macchie o ondulature.

Floral designApena comprati, i fiori vanno immediatamente tolti dal loro incarto, che non ne permette la corretta respirazione, liberati dall’eventuale elastico che li lega ed inoltre va leggermente tagliata la parte finale dello stelo prima di essere nuovamente messi in acqua. Se i gambi sono legnosi é opportuno praticarvi una incisione a croce. DI norma i fiori si conservano piú a lungo con lo stelo corto, ma ovviamente dipende dal tipo di allestimento che desiderate fare.

  • Stagioni e linee di accostamento

In genere, specialmente per gli eventi un po’piú formali, si tende a scegliere un accostamento al massimo bicolore in linea con la stagione e l’ambiente. Gli stili piú usati (specialmente per i matrimoni) sono:

  1. Romantico: con rose gypsophila e lisianthus  verdi, candelabri e sostegni in ferro battuto;
  2. Rustico: margherite, girasoli e gerbere. Come tessuti la raphia, la juta ed il lino grezzo.
  3. Chic: peonie calle e rose. L’allestimento sará incentrato su cristalli, candelabri e petali, il tessuto da privilegiare é l’organza.
  4. Ikebana: macrofogliame, crisantemi verdi, rami e bambú. In genee i fiori sono disposti a triangolo.
  5. Trendy: si basa su vetri, specchi, vasi di altezze diverse ed azuan, i fiori sono a cascata dall’alto.
  6. Geometrico: si basa su sfere e/o cubi ricoperti di fiori o muschi.

Qualunque sia lo stile prescelto, é sempre necessario considerare 3 parametri fondamentali per ogni allestimento:

  1. Il peso ottico: la sensazione visiva di peso che si ha guardando la composizione. Dipende dalla grandezza , dalla posizione, dalla forma, dal numero di fiori che compongono l’addobbo e dal loro colore. Un piccolo trucco: per aumentare il peso ottico di un fiore piú piccolo e secondario rispetto ad uno primario, é sufficiente che il fiore secondario abbia un colore piu caldo rispetto al primario.
  2. Massa: é lo spazio che il nostro addobbo occupa o andrá ad occupare. In generale, la massa ottimale é uguale a circa un quarto del volume a disposizione. Infatti, per far risaltare adeguatamente una composizione, é necessario che attorno ad essa ci sia un adeguato spazio vuoto.
  3. Punto ottimale (o focale) : di solito é il fiore o l’elemento della composizione dal quale si dipartono tutti gli altri elementi.
  • Colore

Il colore é l’elemento necessario a creare l’atmosfera o a modificare quella esistente. Ad esempio il giallo e l’arancio servono ad illuminare l ambiente, mentre il blu ed il verde scuro a spegnerlo.

Le 8 regole per un centrotavola floreale perfetto

Cee sia per un matrimonio, una cena, una colazione o un meeting di lavoro, certamente l’addobbo floreale per eccellenza é il centrotavola. Di seguito le 8 regole per non sbagliare:

  1. Proporzione: deve essere adeguato alla dimensione del tavolo;
  2. Stile: deve essere in continuitá con l’ambiente e con gli altri elementi dell’allestimento floreale;
  3. Colore: anche questo deve essere in sintonia con il resto dell’allestimento;
  4. Armonia: tutte le altre decorazione sulla tavola devono essere coerenti con il centrotavola;
  5. Numero: se il centrotavola si compone di piú elementi questi devono essere in numero dispari;
  6. Specchi: per aumentare la luminositá del centrotavola composta da candele , é necessario mettere uno specchio sotto;
  7. Evitare l’altezza: un centrotavola troppo alto che impedisce ai commensali la conversazione e ne ostacola la vista é di cattivissimo gusto;
  8. Non solo il centrotavola: prevedete anche altri piccoli accorgimenti sul tavolo, some petali, perle e cristalli sparsi vicino ai piatti.

Qualche suggerimento per il bouquet da sposa

Il bouquet  di matrimonio dipende sia dalla fisicitá della sposa che dal vestito. Nella scelta va considerata la stagione. Ecco le tipologie principali per i bouquet da sposa:

  1. A cascata: é abbastanza grande. É indicato per le spose alte e con un vestito cerimonioso e con molto strascico;
  2. Aperto: voluminoso e composto da fiori diversi, da tenere all’altezza della vita. Adatto a spose longilinee con un abito non lungo;
  3. Rotondo e compatto: piú piccolo, adatto alle spose di tutte le fisicitá e con abiti non eccessivamente sfarzosi.
  4. A Fascio: con i gabi dei fiori lasciati lunghi. Adatto a spose alte ed aggraziate che lo portaranno adagiato su un braccio.

Un ultimo consiglio… passato l’evento non buttate i fiori, recuperateli, tagliate lo stelo cortissimo e metteteli in un vaso ampio e basso,, dureranno ancora diversi giorni. Quelli della foto sono i fiori del mio matrimonio… 5 giorni dopo…how reuse wedding flowers

Questo é quanto secondo me c’é da sapere quando pensiamo ad un allestimento floreale.

Spero che questo post sia utile a tutti coloro che si apprestano ad addobbare il loro evento e a tutti coloro affascinati dal mondo dei floral design. Spero anche che sia utile alle giovani coppie in modo di andare “preparati” al loro appuntamento con il floral designer.

Fatemi sapere che ne pensate con tanti commenti!

Alla prossima con nuove idee e suggerimenti!

Stay Tuned

Trick in questo Post: 
1. Addentriamoci nel mondo dei fiori e degli addobbi floreali;
2. Riconoscere le categorie dei fiori;
3. Capire quando e quali fiori comprare;
4. Accostamenti e stili;
5. Cosa sono e come gestire peso ottico, massa e punto ottimale;
6. Scegliere il colore adatto;
7. Caratteristiche del perfetto centro tavola;
8. Come scegliere il bouquet da sposa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *