Un giorno allo Zoo del Bronx

Ciao a tutti!

Come anticipato, con questo primo post inauguro una nuova sezione (Appunti di Viaggio), in cui vorrei condividere con voi le mie impressioni, consigli e anche trucchi, su come scoprire la Grande Mela. Ovviamente lungi da me l’idea di essere una guida turistica, voglio solo fornire  qualche consiglio e accorgimento per risparmiare ed evitare fregature , e darvi una opinione sincera delle varie attrazioni che magari non trovate sulle guide.

Inizieró parlandovi di una delle mie “avventure” preferite: la visita al Bronx Zoo.

Entrata

Sicuramente chiunque visita New York non puotrá non visitare il celeberrimo Central Park Zoo, é lo zoo piú famoso della cittá, ma, a mio avviso, sotto alcuni aspetti, é un po’ deludente. Forse perché sull’onda del film “Madagascar” mi aspettavo di vedere leoni, zebre, giraffe ed ippopotami… beh non ci sono! Ma devo ammettere che i Pinguini sono fantastici,  le foche simpaticissime e soprattutto la campana con il carosello che suona ad ogni ora incantevole! (Ma di questo semmai parleró in un altro post).

Tornando al Bronx Zoo, quello che piú mi ha affascinato non é stata solo la sua grandezza o la varietá di specie presenti, ma la sensazione, che si ha entrando, di entrare in una specie di “bolla” separata dal caos della cittá. É un po’ stessa la sensazione che ho avuto la prima volta che ho passeggiato a Central Park e mi sono accorta che piú ti addentri nel parco, piú il rumore assordante della cittá svanisce, e rimane solo la tranquillitá ed il silenzio che il parco offre. Entrado nel Bronx Zoo la sensazione é stata piú e meno la stessa, quella di lasciare dietro di noi il traffico, il caos ed il cemento ed immergersi in un ambiente pieno di verde e tranquillitá.

Cosa rende tanto speciale il Bronx Zoo?

Innanzitutto é lo zoo metropolitano piú grande del mondo e uno dei piú grandi del Nord America. É semplice da raggiungere e anche per un turista é veramente a portata di Bronx-Zoo-Mapmano.Basta la metropolitana o un autobus per raggiungerlo! Si trova nel Bronx ed attraversa il Bronx River, si estende per ben 107 ettari e ospita oltre 4.000 animali, rappresentativi di 650 diverse specie. Assieme allo Zoo di Central Park, quello del Queens, quello di Prospect Park ed all’Acquario di NY fa parte della Wildlife Conservation Society (WCS) ed é accreditato dalla Association of Zoos and Aquariums (AZA). Lo zoo aprí i suo battenti il giorno 8 Novembre 1899, con 843 animali in 22 esibizioni. Come gli altri Zoo appartenenti alla WSC ha uno spazio dedicato ai bambini (Children Zoo) in cui i principali animali da cortile sono mostrati ed i bambini possono interagire con loro, accarezzarli, dargli cibo e conoscerli meglio.

Informazioni di servizio

Ecco qui le informazioni tecniche essenziali per pianificare una visita al Bronx Zoo:

  1. Location: 2300 Southern Boulevard, Bronx Park, Bronx, 10460, New York. Ci sono diverse entrate, tutte ben segnalate per facilitare l’ingresso da ogni punto di arrivo. Per chi raggiunge lo zoo in macchina,  il parcheggio per l’intera giornata costa $ 15.00, ma il mio personale consiglio, specialmente se venite da Manhattan, é quello di usare la Subwayche arriva a poche decine di metri dall’entrata “Asia Gate”.subway map
  2. Come arrivare: esiste un servizio autobus dedicato (BxM11) che parte da Madison Avenue e 26th street e 99th street (maggiori info su orari, fermate e prezzi). Il mio modo preferito (e piú economico) rimane la Subway: Linea Verde ( 4, 5 o 6 ) in direzione Uptown e Bronx e scendere alla fermata 180th street, da li seguire i cartelli per lo zoo (5 minuti a piedi); in alternativa Linea Rossa Treno 2 (espresso) sempre in direzione Uptown e Bronx, fino alla stessa fermata. Sul sito internet dello Zoo (Bronx Zoo website) potrete trovare ulteriori informazioni, ma le 2 soluzioni qui proposte a mio avviso sono le piú comode e veloci.
  3. Orari: Dal 1 Novembre al 31 Marzo lo zoo é aperto dalle 10.00 alle 16.30, mentre dal 1 aprile al 31 ottobre, l’orario é dalle 11.00 alle 17.30. L’ultimo ingresso 30 minuti prima della chiusura.
  4. Biglietti: Il prezzo del biglietto varia in base alla stagione e a seconda se lo acquistate online sul sito dello zoo (link per biglietti) o direttamente allo zoo, l’acquisto online é leggermente piú economico. Ecco i miei consigli in merito ai biglietti e come risparmiare: acquistate il biglietto per la Total Experience che, con pochissimi dollari in piú, vi garantirá di poter accedere a tutte le esibizioni e facilities; se possibile pianificate la visita di mercoledí, in questo giorno il biglietto é scontato (circa $ 6) ma sará possibile acquistalo solo al gate.

Cosa vedere

La lista di animali é davvero lunghissima… Per vedere tutto lo zoo é necessaria una intera giornata! Queste le Exhibitions suddivise per zone (per una lista completa e dettagliata consiglio di visionare il sito dello zoo).

  • Wild Asia: questa prima parte dello zoo (arrivando con la subway si entra dal gate che porta direttamente in questa sezione dello zoo)
    é molto vasta pertanto consiglio di usare la Monorataia che percorre un giro completo dell’area. Alcuni animali sono visibili solo dalla Monorotaia. Ci sará un po’ di fila da fare… ma merita davvero… Oltre agli erbivori piú comuni é possibile osservare bisonti, cervi, cavalli selvatici… ma soprattutto tigri, rinoceronti ed elefanti asiatici (l’elefante si vede solo dalla monorotaia), all’interno dei loro habitat naturali. Prestate attenzione attenzione perché gli animali come la tigre tendono a mimetizzarsi perfettamente. Durante tutto il tragitto il conducente fornisce informazioni e curiosita sulle varie specie e sui singoli esemplari presenti S1220039nello zoo.
  • Jungle World: é una esibizione al chiuso che ricrea il clima e l’habitat tipico della jungla tropicale. Qui é possibile osservare tra gli altri svariate specie di scimmie, uccelli, pesci, serpenti, tapiri e vari felini… la mia preferita é stata la pantera.
  • Africa Plain: vi lascerá senza parole… antilopi, cervi, uccelli, cavalli, struzzi con manie di protagonismo S1220090che corrono nel recinto della famigliola di giraffe e soprattutto un piccolo branco di leoni. I leoni lo ammetto… sono stato il mio primo WOW…
  • I grandi Orsi: qui potete trovare una comunitá di Grizzly alquanto giocarelloni ed un orso bianco molto piú pacato e sornione (almeno questa é stata l’impressione che ho avuto nelle mie visite).
  • Riserva dei Babbuini: come dice il nome é un ambiente ad hoc ricreato esclusivamente per la salvaguardia e la conservazione di diverse specie di babbuini.
  • Congo Gorilla: riproduce l’omonima foresta ed ospita un gruppo di gorilla visibili IMG_20150926_130421attraverso uno spesso vetro. Vedere queste creature é stato davvero emozionante. Nella mia seconda visita ho avuto la fortuna di poterli osservare davvero da vicinissimo e vedere quanto nelle espressioni e negli atteggiamenti sono simili a noi…
  • Butterfly Garden: anche in questo caso é una struttura chiusa che riproduce un bellissimo giardino. Si é letteralmente S1220131circondati da oltre 1000 farfalle di 44 specie diverse, che non hanno alcuna paura e non esitano a posarsi sui visitatori. Ovviamente é severamente vietato toccarle anche se si posano su di noi. All’interno del giardino é possbile osservare una piccola struttura che é una nursery per contenete le crisalidi supervisionate da un team di esperti che le segue in tutte le fasi della loro vita.
  • Mouse House: é una struttura chiusa che ospita al suo interno molte varietá di roditori, dal topolino di campagna a quelli piú grandi come il cincillá (o altri di cui mi sfugge il nome).
  • Mondo dei Rettili e degli Insetti:  é una serie di teche con insetti di ogni tipo, forma e dimensione. Ci sono habitat con serpenti  spaventosi ed almeno un paio di alligatori e 2 coccodrilli dalle dimensioni impressionanti! Ma in questo caso la cosa piú stupefacente per me é stata la vista di una tartaruga gigante delle Galapagos, semplicemente enorme e bellissima
  • Himalaya Highland e Tigre delle Montagne: a mio avviso la tigre é il pezzo forte. Non ho visto IMG_20150926_142744nessun visitatore che non abbia fatto una esclamazione di stupore alla vista di questo felino. I felini sono all’interno del loro habitat grazie ad una serie di spessi vetri.
  • Zoo Center: la struttura é davvero imponente e, ad accogliere i visitatori, ci sono 2 grandi staue in bronzo raffigiranti dei rinoceronti a grandezza naturale. Infatti, é questa l’area dello zoo dove si possono vedere i rinceronti (all’esterno o all’interno) e i Draghi di Komodo.
  • Madagascar: in una struttura separata é stato ricreato il clima e l’habitat dell’isola. Al suo interno tantissimi lemuri ed il loro acerrimi nemici i fossa, ma anche manguste ed uccelli tipici dell’area che volano liberamente sopra le teste dei visitatori.
  • Sea Lions: immancabili sono presenti in quasi tutti gli zoo di NY. Se si raggiunge l’esibizione alle 11.00 o alle 15.00 é possibile assistere al momento in cui gli operatori nutrono gli animali.
  • Padiglione dedicato agli uccelli: questa grande area dello zoo ospita diverse specie di uccelli: grandi rapaci, come aquile, gufi DSCF3006barbagianni, condor ed avvoltoi, ma anche fenicotteri rosa, uccelli del paradiso e svariate specie di coloratissimi pappagalli. Sono presenti anche gli uccelli marini, tra cui i pinguini. Alle 15.30 é possibile assistere al pasto dei pinguini.
  • Bisonti e Tartarughe: l’ala estrema dello zoo é condivisa tra un nutrito gruppo di bisonti americani e le tartarughe. A separae le due specie il Bronx River.
  • Children Zoo: é un piccolo padiglione dedicato ai bambini. In questa area i bambini possono conoscere ed interagire con gli animali da cortile.
  • 4D Theater: un cinema a 4 dimensioni che trasmette cortometraggi di circa 15 minuti.

Pressoché ovunque sono dislocate aree di sosta, punti ristoro e negozietti che vendono peluches ed altri gadgets. IMG_20150926_152011Quasi ad ogni angolo ci sono i classici carrettini che offrono bevande e snack tra cui una specie di granita fatta di micropalline di ghiaccio che incuriosisce tantissimo nel suo aspetto… ma che non é poi un ganché.

Curiositá

Nel 1906 vi é stato portato (e successivamente esposto come un attrazione) una pigmeo Mbuti, alto poco meno di 1,5 Mt, di nome Ota Benga. Ota rimase subito affascinato da un particolare orango di nome Dohong, capace di imitare i comportamenti umani ed interagire con le persone, con cui instaur;o uno stretto legame. Gradualmente ed a causa di questa particolre amicizia, Ota Benga fu rasfetito nell’habitat dell’orango e con lui esposto come attrazione dello zoo. Ovvaimente ci furono molte proteste e dopo poco Ota Benga non fu piú trattato come un attrazione ma lasció lo zoo andando dapprima in una casa famiglia e successivamente iniziando una nuova vita in una famiglia della Virginia. Purtroppo Ota Bengaé morto nel 1916 suicida.

Consigli pratici

Ecco la lista dei miei consigli per visitare al meglio lo zoo:

  1. Arrivare presto, lo zoo é molto grande e le attrazioni da vedere sono tantissime, sarebbe davvero un peccato non poter visitare ogni luogo o dover visitare le attrazioni in odo sbrigativo.
  2. Scarpe comode: se é vero che la zona Wild Asia é visitabile con la Monorotaia, e che é disponibile uno shuttle che compie un giro pressoché completo del parco, é anche vero che c’é davvero tanto da camminare per vedere tutto.
  3. Vestirsi a strati: conviene essere preprati per ogni cambiamento climatico dovuto alla giornata ma anche ai vari habitat. Se prevedete una visita nella stagione calda, servirá un cappello.
  4. Acqua: una delle cose piú care a NY é l’acqua. Ai punti di ristoro potrete acquistare una bottiglia per  3 o 4 dollari, il mio consiglio ‘di portarne una nello zainetto e riempirla alle varie fontanelle dislocate nel parco.
  5. Fotocamera, videocamera, cellulare per catturare i vostri highlights, e ovviamente, batterie di riserva!

Qui i miei Highlights….

 

Questo il mio primo consiglio per una tappa fuori dal comune a New York. Se avrete un giorno da dedicarvi, a mio avviso é una tappa molto interessante e divertente non solo per i bambini, se avrete poco tempo almeno non perdetevi lo zoo di Central Park.

Credo che la magia di questo zoo sia quella di farci riscoprire il bambino che é in noi… L’impegno nella conservazione e protezione delle specie, é un ulteriore punto a suo vantaggio (per maggiori info vi invito a guardare la pagina Wikipedia dello Zoo).

Spero abbiate trovato interessante questo post, e che l’idea alla base di questa sezione vi piaccia! Fatemi sapere con feedback e commenti che ne pensate e se c’é qualche posto di NY che vi incuriosice o del quale vorreste sapere qualche trucchetto o opinione!

Stay Tuned!

Tricks in questo post:
1. Zoo del Bronx storia;
2. Dove é e come raggiungerlo;
3. Costi e come risparmiare;
4. Cosa vedere;
5. Consigli pratici per sfruttare la visita al 100%;
6. Curiositá

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *