Nail Art ispirata a Jackson Pollock

Ciao a tutti!

In questo post vi parleró di una delle mie passioni. Chi mi conosce sa quanto mi piaccia avere le unghie in ordine, sperimentare nuovi colori e tecniche e fare delle nail art originali. Talvolta, con mio grande stupore, il risultato é davvero carino e in questi casi cerco di condividere il mio “successo” attraverso dei video. Per chi non mi conosce ancora, e per tutte quelle che amano la decorazione delle unghie, ma credono che sia una cosa difficile da realizzare, una cosa “non da tutte”, consiglio di dare un occhiata ai video tutorial ( se cosí si possono chiamare) che trovate sul mo canale Youtube (Aly No Panic YouTube Channel): sono la dimostrazione che a volte non é necessario essere delle professioniste per realizzare dei decori sulle proprie unghie.

Tutte con un po’ di pratica e pazienza possiamo realizzare qualcosa di carino ed andare orgogliose del nostro lavoro… anche se non perfetto! Tutto questo lunghissimo preambolo per anticipare che il post di oggi avrá come tema quello della nail art.

Come mi é nata l’idea

Al solito, almeno nel mio caso, le idee piú originali saltano fuori quando meno te le aspetti. Qualche giorno fa stavo sistemando le foto all’interno del mio Hard disk e, mi sono imbattuta nelle foto fatte qualche mese fa al MoMa (Museum of Modern Art di New York).

Per chi avesse in programma di venire a New York, consiglio assolutamente la visita a questo museo! Oltre alle esposizioni permanenti che sono tra le piú variegate e belle che abbia mai visto, ci sono delle esposizioni temporanee davvero suggestive e attuali. Durante la mia ultima visita, qualche mese fa, era presente una installazione dedicata alla cantante Björk che ho trovato semplicemente mozzafiato! Ed anche l’intera ala dedicata alla vita ed alla personalitá di Yoko Ono é stata davvero emozionante.

Tra le varie opere, talvolta decisamente controverse, le esibizioni che maggiormente hanno attirato la mia attenzione oltre sono state fondamentalmente quattro: Il Futurismo, Klimt, Wharrol e soprattutto Pollock.  Adoro Pollock, il suo metodo assolutamente unico e particolare di pittura, l’uso del colore puro il fatto che ogni opera sia assolutamente unica ed irriproducibile nel suo apparente caos.

Ispirata dalle foto dei quadri di Pollock, ho pensato di realizzare una nail art che fosse assolutamente unica, irriproducibile, e,  come le sue opere, apparentemente dominata dal caos. Una nail art in cui l’unica cosa davvero sotto il mio controllo, é la scelta dei colori e non il “pattern finale”.

Come ho realizzato la Nail Art

La tecnica che mi é sembrata piú adatta é quella della water marble, ma con una piccola variazione tale da rendere l’ effetto simile a quello da me desiderato. Partendo dalla classica water marble, ottenuta facendo cadere delle gocce di smalto sulla superficie dell’acqua, per creare le macchie di colore ho delicatamente vaporizzato 2/3 “spruzzi” di profumo sopra la superficie dell’acqua  (é necessario un profumo che non sia contenuto in un recipiente sotto pressione) . La reazione che si genera tra l’acqua, la sottile pellicola si smalto che si forma ed il profumo é davvero particolare: si crea una sorta di effetto marmorizzato.

L’ idea iniziale era una manicure nera con accent su anulare e medio della mano sinistra… ma Iniziato a realizzare le prime dita, mi son talmente divertita, che  ho deciso di continuare i test per realizzare un accent con base colorata e pattern nero su anulare e medio della mano sinistra e base nera e macchie (marmo) colorate come combinazione complementare su tutte le altre dita! Un altro grande punto di forza di questa nail art é che é semplice da realizzare in entrambe le mani, non richiedendo alcuna abilitá specifica per realizzare il decoro!
Questo ‘e il risultato ottenuto!

Results left hand Result right hand

 

E questo e’ il breve tutorial di come ho realizzato la mia Nail Art ispirata alle opere di Jackson Pollock:

Cosa penso dei prodotti che ho usato

Nella realizzazione della nail art, ho approfittato anche per testare anche i prodotti usati. Queste le mie opinioni a riguardo:

  • I colori (un corallo ed un verde tiffany) sono KIKO: li ho trovati abbastanza performanti e coprenti gia’ dalla prima passata. Inoltre trovo la loro consistenza molto interessante e piuttosto corposa e, personalmente, preferisco questo genere di smalto a quelli troppo liquidi. Hanno una buona performance anche nella realizzazione della tecnica della water marble, in quanto la goccia, a contatto con l’acqua, si “espande” piuttosto bene. Ovviamente questo vale per la linea usata (io ho usato la lineaColored polish “basic”) e per i colori scelti, in quanto a volte la stessa linea ha differenze nella texture da colore a colore.
  • Il nero usato é Wet E wild: é molto coprente, asciuga in fretta, e gia con la prima passata si ottiene un colore pieno. Anche questo é risultato adatto alla water marble. Unico suggerimento: il pennellino leggermente piú grande sarebbe ottimo!
  • Infine la base e top coat sono entrambi SinfulColor: la base mi piace molto, uniforma l’unghia, asciuga in un attimo e protegge bene Base coat and Top coatl’unghia naturale dai colori. Il top coat… non mi convince al 100% ha una bella consistenza, anche se un po’ liquida, si stende molto bene, ha un finish molto lucido ed allo stesso tempo asciuga davvero in fretta… ma ha una nota dolente.. é piuttosto “aggressivo” e quindi tende un po’ a portarsi dietro i colori. In una manicure monocolore non crea alcun problema, ma quando si passa sui decori dobbiamo prestare tantissima attenzione, stenderlo molto delicatamente e con una passata unica e comunque, nonostante tutti questi accorgimenti, tende a portarsi leggermente dietro il colore. Il mio consiglio per questo Top Coat  é quello di usarlo su unghie monocolore per non rischiare di rovinare tutta la fatica fatta per realizzare una decorazione precisa.

Spero che questo genere di post vi piaccia. Ritengo che le immagini riescano a spiegare molto meglio delle parole i procedimenti, tuttavia mi piaceva l’idea di spiegare da cosa é stata ispirata questa nail art ed anche dare qualche impressione sui prodotti usati. Con la mia breve “review” spero di dare dei piccoli suggerimenti, ovviamente basati sulla mia esperienza non professionale,  in modo da essere d’aiuto nella fase di scelta del prodotto piú adatto alle vostre esigenze!

A presto con tante altre idee

Stay Tuned!

Tricks in questo post:
1. Variazioni sulla tecnica water Marble;
2. Piccola review dei prodotti usati;
3. Consigli sul top coat perfetto in base alle esigenze
4. Video tutorial.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *