15 falsi miti e dicerie sulla gravidanza

Ciao a tutti!

Dovete sapere una cosa, la vostra gravidanza non è solo vostra, anzi sarà un fatto sociale!
La vostra dolce attesa scatenerà un fenomeno particolare per il quale tutti, e dico proprio tutti, si sentiranno in diritto di toccarvi la pancia, dirvi la loro, raccontarvi aneddoti più o meno utili o agghiaccianti e, soprattutto, dispensare consigli e perle di saggezza popolare.

Talvolta i consigli sono basati sull’esperienza personale ed avere una certa utilità, anche se è sempre bene ricordare che ogni gravidanza è a sé, ma più spesso più che consigli sono altro dicerie, leggende metropolitane e credenze popolari che poco hanno a che vedere con la realtà che state vivendo e che anzi, talvolta, possono essere controproducenti, creare ansia e in taluni casi se seguiti possono addirittura essere dannosi.

Ecco quindi una carrellata delle principali leggende metropolitane e credenze popolari che mi sono state raccontate in gravidanza e dalle quali vorrei mettervi in guardia.

1. Bisogna mangiare per 2
Sarà sicuramente la prima cosa che le vostre mamme, suocere e zie vi diranno! Non è assolutamente vero! Anzi tutt’altro! Durante la gravidanza il fabbisogno energetico aumenta, è vero, ma di circa 300 cal al giorno. Un aumento incontrollato del peso, di contro, può portare a non pochi problemi di salute durante la gravidanza per voi e per il vostro bambino, oltre alla possibilità di avere un travaglio più difficile. Non meno importante tutti i Kg di troppo che acquisirete… vi rimarranno dopo il parto. L’unica “preoccupazione” alimentare durante la gravidanza deve essere quella per una dieta sana, e fare attenzione agli alimenti che si mangiano, a quali sono consigliati e quali no e a come sono lavati e trattati.

2. Dalla forma della pancia si desume il sesso del bambino
Si dice che i maschietti producano nelle mamme pance più prominenti in avanti, mentre le femminucce pance larghe. A questa diceria se ne affianca spesso un’altra secondo la quale se sei più bella sarà maschio, mentre se, ad esempio, la pelle si rovina, allora sarà femmina perché le femmine “rubano” la bellezza delle mamme….
Parliamone….
Per tutta la gravidanza tutti si sono sentiti nel diritto/dovere di dirmi che stavo aspettando un maschietto perché la mia pancia é sempre stata molto pronunciata in avanti, inoltre non ho mai avuto una pelle tanto luminosa e capelli così fantastici… Bene sono lieta di sfatare questo mito personalmente… La mia bambina è assolutamente femmina!

3. Vietato accarezzare i gatti
Ancora oggi rimane la falsa convinzione che i gatti siano portatori di malattie pericolose in gravidanza e per questo vadano allontanati. Non è assolutamente così, non dovete entrare in contatto solo con le feci del gatto che possono contenere un batterio chiamato toxoplasma molto pericoloso in gravidanza. Allo stesso modo tale batterio può essere presente anche su frutta e verdura non cotte, pertanto si raccomanda particolare attenzione nel lavarle e cuocerle e su carne ed insaccati crudi.

4. Basta sesso
A meno che non sia il vostro professionista sanitario di riferimento a vietarvelo per parte o tutta la gravidanza, non c’è alcun motivo per il quale il sesso sia sconsigliato in gravidanza. Le uniche vere limitazioni sono soprattutto di ordine psicologico da parte della futura mamma o del partner che possono sentirsi a disagio, e, verso gli ultimi mesi della gravidanza le posizioni!

5. Niente collane se si è incinta
Secondo una credenza, forse risalente alle nostre nonne, se in gravidanza si indossano delle collane allora il bambino avrà il cordone ombelicale attorno al collo. Ovviamente anche questa altro non è che una leggenda metropolitana.

6. Non si può prendere l’aereo
A meno che il vostro medico non lo sconsigli, non c’è alcun motivo per cui non dovreste volare in gravidanza. Secondo le linee guida dell’OMS le future mamme possono viaggiare fino alla 36ma settimana di gravidanza (che scendono a 32 in caso di gravidanza gemellare). Attenzione però, alcune compagnie vietano alle donne di viaggiare nelle ultime fasi della gravidanza, inoltre potrebbe essere richiesto un certificato del vostro medico che attesti la vostra “idoneità al volo”.

7. Se vomiti molto il bimbo avrà molti capelli
Un’altra curiosa credenza popolare mette in correlazione diretta la presenza di nausee con la capigliatura del bambino. Per esperienza personale diretta e non posso dirvi che non è così.

8. Vietati i farmaci
Questo è un pregiudizio davvero molto diffuso. In verità in gravidanza ci sono tantissimi farmaci che possono essere utilizzati senza alcun pericolo per il bambino. Il vostro professionista sanitario di riferimento saprà sicuramente consigliarvi il farmaco più adatto al vostro eventuale disturbo.

9. Soddisfa le voglie alimentari altrimenti tuo figlio avrà delle macchie sulla pelle
Ok davvero devo soffermarmi su questa stupidaggine che non ha alcun fondamento scientifico?
Le uniche macchie che possono presentarsi sulla pelle del nostro bambino sono dette angiomi e possono essere più o meno vaste, ma non dipendono da nostre voglie alimentari. L’irrefrenabile ed improvviso desiderio per un particolare cibo in gravidanza, dipende invece dai nostri ormoni che durante tutta la gravidanza a volte ci giocano brutti scherzi.

10. Muoversi il meno possibile
Anche questo è un mito da sfatare assolutamente! A meno che non ci siano impedimenti o che il vostro ginecologo vi abbia prescritto riposo assoluto, non c’è alcuna controindicazione a fare una moderata attività fisica in gravidanza. Anzi, essa è utile per mantenere il tono muscolare, tenere sotto controllo l’aumento di peso ed affrontare più energicamente il travaglio. Via libera quindi a passeggiate, nuoto, yoga e pilates, ovviamente tenendo conto del nuovo stato. Inoltre, al termine della gravidanza fare delle belle passeggiate e prediligere le scale all’ascensore, potrebbe essere utile per anticipare l’inizio del travaglio! Forza ragazze mettete su la tuta e le scarpe da running e uscite!

11. Brutti anatroccoli: se sei incinta niente tinta, niente smalto e niente depilazione
La domanda è perché? Perché dobbiamo sentirci brutte in gravidanza? Basta seguire pochi semplici accorgimenti e avere qualche cautela in più.
In tema di tinta per capelli ad esempio prediligete quelle naturali come quelle a base di henné (rivolgetevi ad un parrucchiere professionista e vi saprà consigliare al meglio).
Anche lo smalto non è un tabù, basta fare attenzione a scegliere prodotti di qualità e marche note ed evitare di respirare gli odori degli smalti e dei solventi. Meglio ancora rivolgersi ad una estetista professionista che, una volta informata sulla vostra gravidanza, saprà quale prodotto consigliarvi.

Se volete stare assolutamente tranquille, aspettate per una tintura (anche se vegetale) e per lo smalto normale o semipermanente di aver concluso il primo trimestre di gravidanza che è il momento più delicato.
Per la depilazione non c’è alcuna controindicazione a rasoi, epilatori e cerette a freddo. Prestare un poca più di attenzione alle creme depilatorie e rimandare la depilazione definitiva al laser a dopo il parto.

12. A fine gravidanza non lo sentirai più muoversi
Anche questa convinzione è davvero diffusa. In realtà non è esattamente così. Se è vero che crescendo il bambino ha meno spazio per muoversi, è anche vero che comunque lo farà, saranno movimenti diversi rispetto a quelli dei mesi passati, ma comunque lo percepirete. Infatti i medici consigliano di tenere assolutamente sotto controllo i movimenti fetali del proprio bambino e, qualora si presentino delle situazioni anomale è meglio farsi controllare. Ad esempio la mia piccola è sempre stata molto agitata nella pancia e già dal sesto mese ci deliziava con grandi movimenti calci e capriole. È rimasta una piccola ballerina fino all’ultimo giorno e questa sua coerenza è stata rassicurante per me, anzi le mattine in cui tardava a svegliarsi mi sembrava strano!

13. Niente cibo in travaglio
Una volta si pensava che mangiare durante il travaglio fosse controproducente. Questa credenza è stata del tutto smentita, anzi, a meno che il medico non lo sconsigli, durante il travaglio se ne avrete voglia, potete fare degli spuntini (magari non una parmigiana di melanzane) che aiuteranno ad affrontare meglio la fatica che vi aspetta.

14. Vietato andare dal dentista
Falso! Anzi in gravidanza è meglio prestare particolare attenzione ai propri denti e gengive in quanto la dolce attesa rende le gengive più soggette ad infiammazioni.

15. Caffè e Cioccolato off limits
A dire il vero una piccolissima parte di verità in questa credenza c’è. Infatti è dimostrato che troppi caffè possono influire negativamente sullo sviluppo del feto. Tuttavia è concesso assumere moderate quantità di caffeina (quindi fate attenzione non solo al caffè ma a tutte le bevande che contengono tale sostanza) un caffè al giorno è ben tollerato. Anche il cioccolato non fa male in gravidanza, l’unica accortezza magari può essere quella si sceglierne uno con meno zucchero. Vale la solita regola, nel dubbio meglio chiedere al vostro medico!

Queste mi sembrano tutte le principali credenze e leggende metropolitane che mi sono state dette in gravidanza.
Come ho più volte detto in caso di qualsiasi dubbio inerente la gravidanza, la cosa migliore da fare è consultarsi con il proprio medico! E non vergognatevi a fare domande apparentemente stupide, i vostri ginecologi ne avranno sentite di davvero bizzarre e non si scandalizzeranno.

Fatemi sapere se anche a voi è stata detto detto qualche falso mito che mi sono dimenticata qui.

Per altre idee e per quattro chiacchiere su gravidanza e molto altro…

Stay Tuned!

Tricks in questo post:
1. Le leggende metropolitane, dicerie e credenze popolari che mi hanno raccontato in gravidanza.

Se ti è piaciuto questo articolo forse potresti trovare interessante anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *