Vellutata di porri: la prima

Ciao a tutti!

Ammetto che con la piccola G che ha iniziato a sperimentare le gioie della cucina dei grandi, a casa NoPanic ci siamo specializzati in cucina più sana e nel cucinare tante verdure, privilegiando minestroni, zuppe e vellutate.
Quella che ultimamente va per la maggiore è la vellutata di porri e patate.

La ricetta è di una semplicità imbarazzante, ma la bontà è garantita e, soprattutto con un minimo sforzo (ed anche una minima spesa) è possibile ottenere un piatto gustosissimo.

Ingredienti

Vediamo cosa serve e come preparo la mia vellutata di porri e patate
Ingredienti per 4 persone:
– 600 gr di porri;
– 300 gr di patate;
– 500 ml di brodo vegetale;
– Olio evo, sale e pepe, timo, origano e rosmarino;
– Qualche fetta di pane da tostare per fare i crostini.

I passaggi sono semplicissimi:
Per prima cosa preparo il brodo vegetale cosa che a casa mia non manca mai (come non manca ai nelle case di chi ha un bambino in età da pappa), oppure se sono particolarmente di fretta preparo un brodo di dado (chiedo umilmente perdono per questo).

Pulisco i porri eliminando il primo strato e la parte verde e li taglio a rondelle non troppo sottili. Sbuccio le patate e le taglio a cubetti di circa 1 cm.

In una casseruola faccio un giro d’olio EVO e ci butto i porri, li lascio rosolare per qualche minuto ed aggiungo anche le patate ed infine il brodo vegetale aggiustando il sale.

Momento frullatore ad immersione

Lascio cuocere tutto per circa 35/40 minuti e nel frattempo taglio le fette di pane a dadini e le metto in una ciotola in cui aggiungo il timo, rosmarino ed origano per fare insaporire bene il pane e lo tosto con una piastra o nella placca del forno.

Trascorso il tempo di cottura, quando anche le patate sono diventate morbide e buona parte del brodo è stata assorbita, frullo tutto con il frullatore ad immersione per fare una crema e la lascio cuocere qualche altro minuto.

Impiatto la vellutata aggiungendo i dadini di pane tostato ed un filo di olio a crudo e gusto il tutto!

Come accennato questa ricetta è assolutamente indicata anche per i più piccoli (se fatta senza o con poco sale), basta prelevare un po’ di crema prima di procedere ad aggiustare di sale e, se piace peperoncino.

Dato che G non è ancora bravissima con il cucchiaio, faccio addensare maggiormente la sua porzione. Per lei è perfetta come primo piatto o anche come contorno ad un secondo di carne o pesce.

E voi come cucinate le vostre verdure in modo baby friendly?
Fatemi sapere nel box informazioni qua sotto quali sono e vostre ricette di verdure preferite che sono curiosa!

Per altre ricette e non solo
Stay Tuned!

Trick in questo post:
1 - La mia vellutata di patate e pori baby friendly

Se hai trovato interessante questo post, ti aspetto la prima settimana di ogni mese per una nuova ricetta. Nel frattempo dai uno sguardo alla sezione ricette dove troverai tante gustosissime idee!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *