Ceci che passione!

Ciao a tutti!

I legumi…. c’è chi li ama e chi li odia e chi li trova estremamente noiosi! Pensando ai ceci ad esempio non vengono in mente subito tante ricette sfiziose che non li vedono come contorno ad un piatto principale. A casa NoPanic siamo amanti dei legumi e dei ceci in modo particolare, quindi nell’articolo di oggi ho raccolto un paio di ricette un po’ più sfiziose, in cui l’ingrediente principe è proprio questo versatole legume.

Tralasciando la classica zuppa di ceci (o ceci e patate) piatto tipico, gustoso e bello corposo della cucina contadina, oggi mi concentrerò su un antipasto (ma anche merenda) semplice ed un secondo alternativo alla carne. Ma andiamo al sodo!

La Cecìna
L’origine di questo gustoso spuntino è contesa tra Pisa, dove appunto si chiama Cecìna, e Genova dove è battezzata farinata di ceci. Io sono toscana DOC quindi per me non c’è da star troppo a discutere sul sesso degli angeli, si chiama Cecìna ed è un tipico street food toscano.
Ma a prescindere dalla paternità della ricetta, questa è a dir poco semplicissima e si compone di pochissimi ingredienti.
Ingredienti della cecìna:
– 600 ml di acqua;
– 180 gr di farina di ceci;
– 80 ml di olio EVO;
– sale e pepe.

La preparazione è davvero semplicissima, ma richiede un tempo di riposo molto lungo (3 ore), quindi consiglio di iniziare a prepararla con largo anticipo rispetto a quando avete intenzione di servirla.
Inizio mescolando in una terrina la farina di ceci con il sale ed aggiungendo pianissimo l’acqua poco alla volta, mescolando continuamente per evitare la formazione dei grumi.

Otterrò un impasto molto liquido e schiumoso sulla superficie, aggiungo metà dell’olio, mescolo ancora qualche minuto e copro con la pellicola la terrina lasciando riposare l’impasto per 3 ore, mescolando di tanto in tanto.

Nel frattempo preriscaldo il forno a non meno di 200 gradi (consiglio di metterlo al massimo, la cecìna ha bisogno di tanto, tantissimo calore). Trascorso il tempo di riposo, ungo con l’olio rimanete lo stampo e verso l’impasto. Considerate che la cecìna deve essere alta non più di mezzo centimetro quindi nel caso usate 2 stampi. Io ho usato 2 teglie perché sono un’amante della cecìna sottilissima e croccante e perché volevo farne una parte senza pepe adatta a G.
Ad onor del vero, segnalo che la tradizione vorrebbe che le teglie fossero in ghisa o comunque molto sottile, io uso le teglie monouso o la teglia della pizza e devo dire che il risultato è comunque ottimo.

Inforno la mia cecìna ad almeno 200/220 gradi per almeno 10 minuti nella parte più bassa del forno (a contatto col fondo) e poi altri 10 minuti, o più fintanto che sulla superficie non si sia formata una crosticina ben dorata, nella parte alta del forno. Sforno la cecìna e cospargo di abbondante pepe.

Online si trovano anche ricette della cecìna in cui la cottura avviene in una padella da crepe. Personalmente non le ho mai provate. Se provate o sapete fare la cecìna in padella fatemi sapere che sono curiosa!

Burger di ceci
Ecco qua un secondo vegetariano, sfizioso e buonissimo e che si prepara velocemente!
Ingredienti per 4 burger:
– 450 gr di ceci (lessati);
– 1 spicchio d’aglio;
– pangrattato;
– Sale pepe ed olio.

Se uso i ceci secchi prima devo procedere all’ammollo e a lessarli. Se scelgo quelli precotti, posso procedere direttamente con la cottura. Faccio scaldare qualche cucchiaio di olio EVO in padella con uno spicchio d’aglio, aggiungo i ceci e poca acqua e un rametto di rosmarino. Faccio cuocere i ceci fin quando l’acqua si sarà quasi completamene assorbita aggiusto di sale e pepe. Rimuovo il rosmarino e passo i ceci in una terrina. Con il frullatore ad immersione frullo i ceci. Volendo si può aggiungere una spolverata di parmigiano, io volevo una ricetta vegana, quindi non ho fatto tale aggiunta. Prendo con le mani un quarto del composto e realizzo i miei burger facendo dei dischi larghi circa 8 cm ed alti 1 cm che passo nel pangrattato. Cuocio i burger in padella (un minuto per lato) con un filo d’olio o su una bistecchiera se preferisco non aggiungere grassi.

A questo punto servo i miei burger al piatto oppure in un panino. io ho aggiunto pomodoro, insalata ed una fettina di mozzarella.

Ecco qua due ricette meno comuni per sbizzarrirsi con i ceci e gustare questi deliziosi legumi in un modo un po’ diverso.
Piccola nota a margine, le ricette di cui sopra oltre ad essere gustose e vegane hanno anche poche calorie, quindi sono perfette per coloro che stanno facendo un po’ di attenzione all’alimentazione prima della prova costume.
100 Gr di cecìna hanno circa 96 calorie, mentre il burger di ceci ha praticamente le sole calorie dei ceci (100 gr di ceci precotti hanno circa 140 calorie) e quelle del cucchiaio di olio se si decide di usarlo per cucinare i ceci.
Spero che queste ricette vi siano piaciute e che decidiate di provarle, o almeno di avervi tenuto un po’ di compagnia in questo giovedì pomeriggio.

Per altre ricette l’appuntamento è ad aprile, mentre vi do appuntamento a giovedì prossimo per altre chiacchiere!
Stay tuned!

Tricks in questo post:
- Ricetta della Cecina: street food toscano a base di ceci;
- Ricetta dei burger di ceci: un burger vegano a base di ceci.

Se ti piacciono le mie ricette semplicissime date uno sguardo alla sezione dedicata

Le ricette di Aly NoPanic

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *