Un primo raffinato: risotto Champagne e scampi

Ciao a tutti!

Eccomi qua con la ricetta di questo mese. Ormai avrete capito che a casa NoPanic il risotto è molto apprezzato e lo mangiamo in mille varianti.Tuttavia la ricetta di oggi è un po’ speciale, perché è quella che uso quando ho una cena, o un pranzo, un po’ più formali in cui voglio fare bella figura senza il rischio di sbagliare.
Si perché il risotto che vi propongo oggi non solo ha un nome ed un aspetto davvero accattivante e a tratti chic, ma è davvero delicato e gustoso e sbagliare questa ricetta è praticamente impossibile! Insomma la ricetta perfetta!
Quindi se avete degli ospiti che volete impressionare (o il vostro/a partner) continuate a leggere.

Ma andiamo al sodo e vediamo come preparare il risotto allo Champagne e scampi in modo facile e pratico!

Ingredienti per 4 porzioni:
– 320 gr di riso Carnaroli;
– 500 ml di Champagne (io in casa non ne avevo ed ho usato uno spumante);
– 800 gr di scampi freschi;
– 50 gr di burro;
– Sale e pepe.

Per prima cosa ho pulito gli scampi accuratamente, togliendo il filetto nero mettendo da parte tutti gli scarti (testa, carapace, insomma tutto in quanto servirà per fare il fumetto). Ho messo in una pentola dell’acqua (alcuni aggiungono anche sedano ed una cipolla, io ho fatto “fumetto in purezza” quindi non ho aggiunto nulla) e tutti gli scarti degli scampi ed ho messo sul fuoco a bollire.

Ho tagliato grossolanamente la polpa di metà degli campi puliti, ed ho lasciato interi l’altra metà. Ho preso quelli interi e li ho scottati in una padella con un giro d’olio sfumandoli con poco champagne/spumante.
In un’altra padella ho scaldato il burro e fatto tostare il riso per qualche minuto, ho sfumato con metà Champagne e quando l’alcool è evaporato ho aggiunto quello rimanente e l’ho lasciato sfumare. Ho aggiunto al riso un paio di mestoli di fumetto filtrato, ho aggiustato di sale ed ho ultimato la cottura, aggiungendo altro fumetto quando quando necessario.

A cottura quasi completata ho aggiunto gli scampi ancora crudi che in pochissimo tempo si sono cotti.

Ho mantecato con un po’ di burro e servito guarnendo con gli scampi lasciati interi scottati.

Se, al contrario di me riuscite a non far staccare la testa a quello intero scottandolo, il piatto diventerà sicuramente più scenografico. A tale scopo il mio consiglio è quello di non pulire completamente lo scampo lasciando solo la testa ma di incidere solamente il carapace dietro. Purtroppo mi è venuto in mente solo dopo quindi il mio scampo ha “perso la testa” 🤣 ma voleva comunque partecipare alla foto.

Come avevo accennato questa ricetta è davvero semplice ed allo stesso tempo vi garantisce di fare un figurone anche con gli ospiti più importanti. Spesso questa ricetta viene usata nelle festività natalizie, io sono un po’ contro corrente e amo mangiare pesce all’arrivo della bella stagione, per questo motivo ve la sto proponendo adesso ma è una ricetta che va bene davvero tutto l’anno!

Fatemi sapere quale è la vostra ricetta che è impossibile sbagliare e che vi fa fare sempre una bella figura anche con gli ospiti più snob!

Per una nuova ricetta vi aspetto il mese prossimo, mentre per altre chiacchiere l’appuntamento è come al solito giovedì!

Stay Tuned

Tricks in questo post:
- Risotto agli scampi: ricetta chic a prova di cuoca pasticciona!

Se ti è piaciuta questa ricetta semplice “a prova di pasticciona come me”, ti consiglio di guardare la sezione dedicata alle ricette dove potrai trovarne tante 100% “a prova di pasticciona” perché se riesco a cucinarle io…. può riuscirci davvero chiunque!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *