DIY: divertiamoci a creare giochi col cartone

Ciao a tutti!

Oggi un articolo dedicato ad una delle cose che più amo fare: il fai da te (o se volgiamo essere più internazionali il Do It Yourself). Se ormai un po’ mi conoscete sapete che appena ho qualche ora libera mi armo di colla a caldo e taglierino e provo a creare qualche oggetto, inoltre da quando c’è G ho una nuova scusa per farlo. Crescendo la mia piccoletta sta diventando come me e ha sempre tantissimo interesse nelle attività manuali. Insomma un mix perfetto per trovare sempre una buona scusa per fare lavoretti!

Girando sui social (specialmente su Pinterest) vedo spesso giochi interessanti o progetti che attirano la mia attenzione, in genere salvo il pin, lo studio e penso come realizzare la mia versione dell’oggetto, oppure come creare quella cosa con quello che ho a casa. Per fare questo il materiale che prediligo è il cartone.
Ha praticamente costo zero (vuoi Amazon, vuoi i servizi di spesa online), è facile da lavorare e non richiede particolari strumenti per essere usato, sporca poco, non è pericoloso e permette di riciclare facilmente il gioco quando si rompe o quando non più di interesse.

Ma veniamo al sodo, ecco quello che ho, anzi abbiamo fatto, in queste settimane.

Il Teatrino
Con un po’ di fantasia, una scatola qualche cannuccia e tanti colori farete la gioia dei vostri cuccioli. Per questo progetto ho usato una scatola del caffè, cartoncino, cannucce, tanti colori, un buon taglierino e tanta tantissima pazienza.

Innanzitutto ho ritagliato il davanti della scatola sarà la parte anteriore del palco del nostro teatrino. Ho anche praticato dei fori rettangolari (per la precisione 3) nella parte superiore della scatola. Di questi 3 fori quello più arretrato servirà per inserire il fondale del teatrino, gli altri 2 per inserire e muovere i personaggi. Ho colorato la scatola (ovviamente arancione, uno dei colori preferiti di G).

Su un cartoncino bianco ho stampato in formato A4 3 le scene che saranno i miei fondali (devono essere grande poco meno della scatola per essere inseriti nel foro in alto): una fattoria, una scena marina e uno scorcio di savana. Se sapete disegnare bene vi consiglio di disegnare i fondali di vostro pugno, il risultato sarà ancora più personalizzato, io disegno uno schifo quindi ho stampato i fondali e li ho colorati con i pennarelli.
Per ogni scena ho stampato, ritagliato e colorato alcuni personaggi: pesci del mare, animali della savana e soggetti della fattoria.
Ho incollato sia dietro i fondali che dietro i personaggi delle cannucce di plastica facendo attenzione a lasciare in alto la parte che si piega. Questa mi servirà non solo per prendere e muovere i personaggi ed i fondali, ma anche per evitare che scivolino all’interno del teatrino.

Ecco il nostro risultato finito che G adora letteralmente!

Giochi di imitazione gli stendi biancheria (e la biancheria)
Qualche settimana fa ho realizzato una lavatrice (della quale vado davvero orgogliosa e che trovo bellissima) per G (qui potete trovare l’articolo relativo). Ma per chiudere il “cerchio del bucato” non basta la lavatrice…. serviva anche un posto dove appendere i vestiti ad asciugare!

Per prima cosa ho realizzato dei vestiti in cartone prendendo spunto da quanto trovavo online, e li ho colorati con dei pennarelli acrilici. Ho deciso di realizzare dei vestiti in cartone per differenziare quello che G mette in lavatrice e per mettere fine ai calzini spaiati nella mia lavatrice… finisce sempre che avvio la lavatrice e quando vado a tenderla trovo calzini orfani del compagno che puntualmente sta nella lavatrice di G 😅

Ho realizzato 2 tipi di stendino, uno per i più piccoli che non sanno ancora aprire bene le pinze per i panni, ed uno del tutto paragonabile ad uno stendino vero… solo in cartone!

Lo stendino dei piccoli l’ho realizzato ritagliando un cartone abbastanza grande sul quale ho disegnato i fili per il bucato nei quali ho incollato le mollette. Ho abbellito creando una scenetta con sole, nuvole e uccellini sul filo.

Infine ho applicato un gancio per poterlo appendere al muro. Io lo trovo carinissimo!

Realizzare invece la versione mini dello stedni biancheria classico canonico è stato un po’ più macchinoso, ma assolutamente semplicissimo. Ho realizzato su carta e poi riportato su cartoncino la sagoma dei 2 lati e delle due parti di congiunzione. Ho realizzato 2 pezzi identici per ogni parte in modo da poterli incollare tra loro e rendere lo stendino più solido. Per questo progetto ho deciso di non usare la colla (se non per incollare i 2 pezzi gemelli tra loro) ma di creare dei pezzi ad incastro. Quindi bho dovuto prevedere rientranze e buchi per incastrare tutto. questa è stata la parte un po’ più noiosa in quanto è necessario prendere bene le misure, ma tutto sommato tutto il procedimento è molto semplice.

Creati tutti i pezzi li ho colorati e montato tra loro. Infine ho fatto i buchi nei quali far passare i fili du sui stendere il bucato.

Questo il mio risultato. Che ne pensate?

Io sono davvero molto soddisfatta dei miei 3 progetti, e sto pensando si realizzarli anche con materiali diversi dal cartone… vi farò sapere!

Spero che questo articolo sia stato di vostro gradimento, che vi abbia incuriosito al punto da provare voi stessi a realizzare i vostri giochi in cartone, magari prendendo spunto da questi semplici progetti. Io adoro fare questo genere di lavoretti e condividerli con voi, nella speranza che voi vi divertiate quanto me a prenderne spunto e realizzare i vostri lavoretti! Spero anche di avervi tenuto compagnia per qualche minuto in questo giovedì pomeriggio, e come al solito l’appuntamento è tra una settimana con altre chiacchiere insieme!

Stey Tuned!

Tricks in questo post:
1. Giochi in cartone fai da te: il teatrino;
2. Giochi in cartone fai da te: lo stendino per i piccoli;
3. Giochi in cartone fai da te: il mini stendino

Se ti piace questo genere di articolo, ti suggerisco di guardare la sezione dedicata ai miei progetti di Home Made dove potrete trovare tantissime idee e progetti semplicissimi, perché posso assicurarvi che io sono una grande pasticciona, e che se riesco a fare io questi oggetti, beh può davvero riuscirci chiunque!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *