Cucina per pigri: girelle come quelle della pasticceria

Ciao a tutti!

Uno dei miei dolci preferiti per la colazione sono le girelle con crema ed uvetta. Le adoro letteralmente e potrei mangiarle senza soluzione di continuità. Siccome a fare la pasta sfoglia sono una schiappa pazzesca (a mia discolpa devo anche ammettere che fare la pasta sfoglia non è esattamente facilissimo), ma non volevo rinunciare alla gioia di prepararmi una montagna di girelle mi sono ingegnata per una “ricetta per pigri” che con un effort che rasenta lo zero assoluto mi ha permesso di prepararmi la mia tanto agognata montagna di girelle.

Ma vediamo cosa intendo per minimo sforzo e massima resa…

Preparare le girelle per pigri serve:
– Un rotolo di pasta sfoglia rettangolare;
– Crema pasticciera a piacimento (dipende solo da quanto le volete cremose;
– Uva sultanina (anche in questo caso a vostro piacimento);
– una tazzina da caffè di latte e un tuorlo.

Se volete davvero limitare il vostro sforzo a zero potreste prendere anche la crema pasticciera già pronta (non ho mai provato, in genere la preparo da sola in quantità industriale e con essa faccio diverse preparazioni contemporaneamente. Infatti le girelle di cui oggi vi condivido le foto, le ho preparate congiuntamente alla torta della nonna per la quale, appunto, serviva la crema pasticciera. Comunque dando uno sguardo online ho visto che ne esistono avvero tante marche di crema pasticciera già pronta o preparati per farla.

Se invece volete prepararla voi ecco qua come fare d cosa vi servirà.
Ingredienti per la crema pasticciera:
ingredienti per la quantità di crema sufficiente per un rotolo di pasta sfoglia:
– 400 ml di late intero;
– 1 uova intere e 2 tuorli;
– 150 di zucchero;
– 20 gr di amido di mais;
– 20 gr di farina 00.

Metto il latte in un pentolino e lo porto, a fiamma bassa, a sfiorare l’ebollizione. Nel frattempo in una ciotola metto l’uovo ed i tuorli e li mescolo bene con lo zucchero aggiungendo dopo anche la farina e l’amido di mais. Quando il latte sta quasi per bollire, spengo il fuoco, ne prelevo qualche cucchiaio e lo metto nella terrina con le uova e lo zucchero per stemperarle leggermente. Rimetto il pentolino sul fuoco e ci verso il contenuto della ciotola. A questo punto si tratta solo di mescolare continuamente fin quando non si ottiene la densità desiderata.
Tolgo la crema dal fuoco, la metto in un contenitore largo e la copro con la pellicola direttamente a contatto con la crema (per evitare che passi l’aria e si formi la crosticina più solida sopra) e la lascio raffreddare qualche minuto.

Preparata (o acquistata) la crema pasticciera, procedo con la semplicissima preparazione delle girelle.

Stendo il rotolo di pasta sfoglia, ci spalmo sopra un generoso strato di crema pasticciera e cospargo di uva sultanina. arrotolo la sfoglia su se stessa e chiudo “a caramella” con lo stesso foglio di carta forno della confezione. Lascio riposare in frigo una mezz’oretta. Prelevo il rotolo dal frigo, lo raglio in fette da circa 1 cm che adagio sulla placca del forno coperta con carta forno. Unisco il tuorlo e la tazzina di latte e li mescolo bene, spennello il composto sulle girelle ed inforno per circa 15 minuti nel forno preriscaldato a 180 gradi. Il tempo varia dal tipo di forno, potrebbe volerci un tempo un po’ diverso, quindi tenete d’occhio le vostre girelle e toglietele quando sono ben dorate sulla superficie. Qualche minuto prima di toglierle vi suggerisco di dare una piccola spolverata di zucchero sulla superficie.

Ovviamente mi sono dimenticata di fare una foto decente… instagrammabile del risultato finale… ho solo questa. Beh senza fronzoli e presentazioni varie posso assicurarvi che erano buonissime, come quelle del bar! Beh praticamente sono finite prima di farle raffreddare ed essere pronte per una foto seria da postare qua…

E voi? Avete qualche passione culinaria per la quale vi siete ingegnati per replicarla con zero sforzo?

Dai cuochi pigroni della cucina di Aly NoPAnic è tutto! CI vediamo tra qualche settimana con una nuova ricetta e vi aspetto giovedì prossimo per altre chiacchiere!

Stay tuned!

Tricks in questo post:
1. Preparare le girelle con crema ed uvetta: ricetta per pigri (ed imbranati).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *