I primi 4 mesi da mamma: ecco i miei must have

Ciao a tutti

Sono passati 4 mesi dal giorno in cui sono diventata mamma, ho le idee un po’ più chiare di cosa questo significhi, e, soprattutto, ho acquisito un pochina di pratica.
Sto ancora imparando a fare la mamma, è bellissimo e allo steso tempo faticoso, ma pian piano capisco meglio le esigenze della mia piccolina e, finalmente, sono riuscita ad individuare il nostro schema della giornata. Questo, come vi sarete accorti dal fatto che sono tornata a dedicarmi al mo blog, mi permette di organizzarmi meglio e riuscire a trovare più tempo da impiegare nelle mie passioni senza rinunciare a dedicarmi alla mia piccola.

Dopo questi primi 4 mesi ho deciso di raccogliere le idee e condividere con voi alcune delle cose che per me sono risultate estremamente utili o che, semplicemente, hanno reso questi mesi più facili e piacevoli. Sono 7 cose cha magari non vengono subito in mente quando si pensa a cosa potrà servirci nei primi mesi, ma che per me sono state estremamente utili, e che consiglio a tutte.

1 Una consulenza a domicilio con una puericultrice
Tornata a casa con la mia piccoletta, ho realizzato che non avevo alcuna esperienza con i bambini ne la vicinanza e l’aiuto quotidiano della famiglia, in quanto viviamo in città diverse. Mettersi in contatto con una professionista del settore mi è sembrata subito una buona idea. In effetti lo è stato, non solo mi ha tranquillizzata ma allo stesso tempo, in poche ore, mi ha spiegato e mostrato come fare cose che sarebbero entrate nella mia quotidianità come il bagnetto, i lavaggi nasali, il giusto attacco al seno, la cura e l’igiene della bambina (dalla medicazione dell’ombelico al taglio delle unghiette ai massaggi rilassanti) e mi ha anche dato qualche dritta su come creare delle routines per il bebè. Il tutto a casa mia in un rapporto one to one: impagabile!

Per molte di noi, l’allattamento non è semplice da subito. Per me, ad esempio, le prime settimane sono state davvero difficili e dolorose. Per questo non possono non annoverare tra i miei must have in tema allattamento.

2 Crema idratante per il seno
Ne ho provate diverse e vi consiglio anche a voi di testare quelle più adatte al vostro seno. La mia anima gemella delle creme è “Clemulina” Fiocchi di riso a base di lanolina: facile da stendere, si assorbe rapidamente, fa egregiamente il suo lavoro ed è comodissima, in quanto non necessita di essere lavata via prima della poppata.
Ho provato, e trovato molto valide, anche la VEA OLIO (vitamina E al 100%) e la Purelan 100 di Medela (lanolina 100%). Nella mia esperienza le ho trovate entrambe un po’ più dense e appiccicose, quindi, per me, difficili da stendere specialmente su un seno particolarmente dolorante. Le sto comunque usando adesso in caso di pelle secca, sia per me che per la mia bambina e, la purelan, la metto prima di andare a dormire come balsamo labbra rigenerante.

3 Salva-capezzoli in silicone
Ad un certo punto allattare è diventato davvero doloroso e quasi insopportabile. Utilizzare per un paio di settimane dei salva capezzoli in silicone (unitamente alla crema idratante) mi ha permesso di risolvere il problema e riprendere ad allattare. Dopo circa un mese e mezzo finalmente allattare è diventato molto più naturale e piacevole per entrambe. Unica accortezza, fate attenzione alla misura!

4 Coppette in argento
Il rimedio della nonna che funziona sempre, consigliate anche dalle ostetriche in ospedale. L’argento ha qualità antibatteriche naturali e per questo motivo queste coppette e qualche gocciolina di latte, sono un validissimo aiuto per prevenire irritazioni e ragadi. Non ultimo indossarle evita che il tessuto del reggiseno sfreghi i capezzoli e le ho adorate anche per questo!

Oltre alle cose veramente utili, ci sono anche una serie di accessori (non indispensabili) ma che hanno reso più gradevole e semplice il ménage da mamma in questi 4 mesi.

5 Applicazioni per telefono
Specie agli inizi è importantissimo monitorare i pasti, i pannolini e talvolta anche la nanna dei neonati. Per farlo io ho scaricato una applicazione che mi aiuta a tenere traccia di tutte queste cose. Ci sono tantissime app dedicate, io ho ne ho scaricata una che si chiama Bebe+ (in gravidanza avevo usato la app Gravidanza+) che oltre a tenere traccia della quotidianità, ha anche un comodo blog, tante funzioni per monitorare la crescita, per illustrare le tappe fondamentali ed i progressi psicomotori dei nostri piccoli.

6. Costruire un dolce ricordo con un plaid
Un plaid personalizzato con il nome del nostro bambino ed i mesi (si trovano anche con giorni ed anni) mi sembra un’idea carinissima. Il mio plaid personalizzato mi è stato regalato durante la gravidanza da una mia carissima amica e, ogni mese, lo utilizzo per fare una foto alla mia bambina. Ormai è una tradizione: la così detta “foto del mese” e guardando quelle dei mesi precedenti mi accorgo quanto sia cresciuta ogni volta!

7. Shampoo Secco
Con un bambino piccolo può capitare di non riuscire a fare la doccia, e soprattutto lo shampoo, con la stessa frequenza di prima. Di contro probabilmente uscirete comunque tutti i giorno, vuoi per una commissione o per una passeggiata al parco, e a nessuna piace uscire con i capelli sporchi! La soluzione che ho trovato per “guadagnare un giorno” è lo shampoo a secco, che aiuta a dare una ravvivata ai capelli in pochi minuti. Io mi sono trovata molto bene con lo Shampoo secco Testanera Palette Pure Fresh.

Alla fine però la cosa più importante, quella che maggiormente consiglio a tutte le neomamme, non si compra, ma ha un valore inestimabile: trovare ogni giorno un’oretta da dedicare solo a noi stesse. Palestra, esercizi a casa, una maschera, un aperitivo con le amiche, un bagno rilassante non importa cosa farete nella vostra ora libera, l’importante è che facciate qualcosa che vi fa stare veramente bene, qualunque cosa sia. Per me è scrivere un blog, fare degli esercizi, seguire dei corsi online, dedicarmi alla cura di me e si… a volte, la cosa che mi fa stare meglio è stare sul divano con la mia bambina a coccolarci…. ho capito che i bambini, in fondo, creano una bellissima dipendenza!

Per concludere, ci tengo tantissimo a darvi un’informazione importantissima in merito all’allattamento: per qualsiasi problema vi consiglio di contattare le ragazze della Leche League (link Leche League), mamme volontarie presenti su tutto il territorio nazionale, che aiutano le altre mamme in questa cosa meravigliosa e complicata che è l’allattamento, con corsi collettivi e consulenze personalizzate.

Ecco qua i miei 7 tools che hanno reso questi primi 4 mesi un po’ più semplici.
Sono curiosa di sapere quali sono i vostri must have! Fatemi sapere!

Per altri consigli e per fare 2 chiacchiere

Stay Tuned!

Tricks in questo post:
1. 7 accorgimenti che hanno reso i primi mesi da mamma più semplici

Se ti è piaciuto questo articolo potrebbe interessarti anche:

Sfatiamo 10 falsi miti sull’allattamento
Considerazioni dopo pochi giorni da mamma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *